la-dieta-dei-22-giorni-104987

LA DIETA DEI 22 GIORNI di Marco Borges

Agosto, forse fine luglio non ricordo con precisione, squilla il telefono, dall’altro lato della cornetta una voce di donna si presenta, ad un certo punto mi dice, ti và di collaborare con noi per un libro americano?

Rido, non conosco purtroppo l’inglese, e non ho mai lavorato ad un progetto simile, mi prendo tempo e sinceramente espongo le mie perplessità!

Ci provo! Non chiudo mai una porta che si apre senza prima avere visto cosa ci stà dietro, mi arrivano pezzi di libro in giorni diversi, tradotto, leggo prima la parte finale del libro, mi piace!

Ne discutiamo e noto che è in totale linea con il mio pensiero e con il mio modo di alimentarsi, a parte qualche ingrediente che ha un senso etico in America ma non certo qui da noi, ma questo è un discorso mio! Leggo il libro, inizialmente solo la parte delle ricette, la parte fondamentalmente che mi riguardava su cui dovevo lavorare!

La trovo ottima!!

In battuta finale mi arriva anche tutta la prima parte del libro, quella motivazionale ….e li….beh un sussulto! Favolosa! Un motivatore eccezionale!

Una piccola nota lo ha scritto Marco Borger un esperto di nutrizione e fisiologo dello sport, scrittore fondatore della 22days nutrito e fautore di un’alimentazione esclusivamente basata sugli alimenti vegetali.  Celebrità come  Beyoncè, jay-Z, Jennifer Lopez, Gloria Estefan e Shakira si sono rivolte a lui per ritrovare la forma fisica ed energia.

Io però di tutto questo non ne sapevo nulla, sapevo solo fosse un bel libro che avevo l’onore di leggere in anteprima e  cui avevano chiesto consiglio su alcuni punti. In totale ingenuità, e dico per fortuna, si per fortuna perché sono stata neutrale e l’eco della popolarità dell’autore n non mi ha toccata, il fatto di sapere che l’autore fosse una celebrità forse non mi avrebbe permesso di valutare questo libro in totale libertà!

Qui di seguito metterò testi tratti proprio dal libro:

Il programma della Rivoluzione

La Rivoluzione in 22 giorni è un programma rigoroso, concepito per eliminare abitudini scorrette e danni all’organismo tramite una dieta a base di alimenti vegetali e un regime di attività fisica. Seguendo il piano, fornirete al vostro corpo tutte le vitamine e i nutrienti essenziali che potrebbero mancarvi con uno stile alimen- tare fondato su carne e prodotti altamente elaborati, innescando al tempo stesso una perdita di peso attraverso l’esercizio fisico e il controllo delle porzioni.

 

La Dieta dei 22 Giorni

Perché mangio vegetale

Mi considero fortunato, perché la mia consapevolezza del rapporto tra alimentazione e benessere ha avuto origine in giovane età. Da bambino, ovviamente, mangiavo ciò che mi davano i miei famigliari. Il cibo ha sempre avuto un ruolo centrale nella mia famiglia cubana ed era uno dei modi in cui mia madre dimostrava il suo affetto a tutti noi. Imparai a mangiare ciò che offriva la nostra tavola, e fun- ziona proprio così: le prime abitudini si acquistano inconsciamente. Crescendo, però, compiamo esperienze personali, sviluppiamo una maggiore consapevolezza e, talvolta, ci rendiamo conto che quelle abitudini non erano il meglio per noi.

Fu ciò che io stesso compresi una mattina, mentre andavo a scuola mangiando il solito pasticcino; una cosa su cui di rado mi ero soffermato. Consumare dolci non era un tabù nella mia fami- glia: un pasticcino era un pasticcino, punto e basta. Quella mattina, però, accadde una cosa strana: il mio corpo si ribellò a quel che gli propinavo ogni giorno e mi venne uno sfogo sul braccio. All’inizio lo ignorai, ma cominciò a peggiorare. Si era gonfiato e mi pru- deva. A scuola non riuscivo a concentrarmi, finii in infermeria e dovettero chiamare mia madre perché venisse a prendermi. Per lei significava perdere una giornata di lavoro: un guaio non da poco. Era una madre single e sapevo che la sua occupazione era molto importante per la nostra famiglia……………

 

Perché alcuni riescono più di altri

Da giovane ho sempre osservato con curiosità i comportamenti che conducevano al successo. Nello sport, nella salute, nel modo di sentirsi e di apparire. Perché alcuni riuscivano ad avere un fantastico tono muscolare, energia e brio costanti, mentre altri sembravano tristi, spompati ed erano visibilmente sovrappeso? Perché alcuni atleti arrivavano a vincere i campionati, mentre altri giochicchia- vano soltanto e finivano per abbandonare? Perché alcuni sono in grado di rivoluzionare la propria vita e altri combattono in eterno con gli stessi problemi?

Innanzitutto, ho notato un comportamento comune a tutte le vicende di successo: la presenza di buone abitudini. Compiere scelte positive portava a risultati positivi. Aspetto interessante, le persone di successo avevano spesso ben presente quali fossero le proprie abitudini, mentre gli altri non sembravano coscienti di come queste controllassero la loro esistenza.

I vincenti parevano avere piena coscienza di come le loro azio- ni avessero delle conseguenze, di come, scegliendo uno specifico percorso, avrebbero poi raccolto i frutti desiderati. Erano in grado di porsi consapevolmente un obiettivo, stabilire i passi successivi per ottenerlo e infine compierli. Gli altri sembravano convinti che il successo piovesse dal cielo o che solo alcuni nascessero con la capacità di riuscire…………..

 

CURRY DI VERDURE

1 cipolla tritata finemente
2 spicchi d’aglio tritati
1 cucchiaio di zenzero fresco grattugiato
Olio di canola
700 g di verdure miste (usate quelle che preferite, oppure provate broccoli, cavolo riccio, peperoni, cavolfiori e spinaci nelle stesse quantità)
2 cucchiaini di curry
1 pizzico di sale
1 lattina di latte di cocco

1. In un’ampia padella rosolate per 2 minuti a fuoco medio la cipolla, l’aglio e lo zenzero in un filo di olio di canola.

2. Unite gli altri ingredienti e cuocete a fuoco basso fino a quando la salsa si sarà addensata e le verdure saranno diventate morbide.

ESERCIZIO
Cardio: Eseguite 30-45 minuti di esercizi cardio a vostra scelta

(consigli alle pagine 225-227), seguiti da 10-15 minuti di stretching.

176 ● Settimana 2. Costruire la costanza

2. Unite l’acqua e una presa di sale. Portate a ebollizione e lasciate cuocere a fuoco basso per 15-20 minuti, o fino a quando l’acqua non si sarà assorbita e la quinoa sarà morbida.

3. Nel frattempo, mescolate in una ciotola l’aglio, il cetriolo, i pomodori, il prezzemolo e lo scalogno.

4. Lasciate raffreddare la quinoa. Unitela agli altri ingredienti, rimestate il tutto e condite con il succo di limone, il sale e il pepe.

 

  • Siate consapevoli del cibo prima di mangiare. Quale sarà il menù del prossimo pasto? Avete cibo fresco disponibile? Avete pianificato tutto per bene?
  • Siate consapevoli del cibo mentre mangiate. Siete seduti in un posto in cui vi sentite rilassati e avete abbastanza tempo per concentrarvi sul pasto? Che sapore ha quello che mangiate? È croccante, morbido, aspro, dolce? La porzione è corretta? Siete soddisfatti ma non troppo pieni?
  • Siate consapevoli del cibo dopo aver mangiato. La vera ricom- pensa del cibo è farvi sentire bene!

SUCCO VIVIFICANTE

La curcuma è una parente dello zenzero, una cugina, diciamo, ma è caratterizzata da un colore giallo molto più intenso. La trovate nella versione fresca per i nostri succhi, perché ha moltissime proprietà; tra le altre cose, contribuisce ad alleviare artriti, dolori di stomaco, raffreddori e mal di testa. Si ritiene che i componenti chimici della curcuma riescano a ridurre il gonfiore e l’infiammazione.*

4 foglie di cavolo riccio 1 cetriolo
165 g di ananas
2 coste di sedano 2,5 cm di curcuma fresca

1. Frullate insieme tutti gli ingredienti e gustate subito.

188 ● Settimana 3. Sviluppare la consapevolezza

la splendida sensazione che vi state prendendo cura di voi stessi, sia a casa sia al lavoro.

Osservatevi in modo da vedervi in azione e indirizzate i vostri gesti verso ciò di cui avete davvero bisogno.

 

(Visited 8.369 times, 1 visits today)

Categorie: Letture, Libri, Senza categoria

7 commenti

  • Meralda

    Mi hai incuriosito parecchio … e non è facile sul fronte di libri sui regimi alimentari. Interessanti le ricette!

  • Cinzia

    Ciao.
    Tu seguiresti questo regime,a fronte della tua scelta vegetariana? Secondo te dà buoni consigli?
    Grazie della segnalazione!

    • Stefy

      Ciao, io sono vegana non vegetariana, e pratico già da anni questi consigli, questo libro l’hò trovato utilissimo perché è un percorso che io ho intrapreso anni fa!

  • Giannina

    Ciao Stefy, ho comprato questo libro appena tu l’hai consigliato perché pensavo che fosse perfetto e comodo. Invece devo fare una critica… I menù giornalieri non sono chiari. Si parla, per esempio di 100 gr di noci. Sgusciate? 100 gr di noci sgusciate sono tantissimi!
    Poi i legumi alcune volte non è specificato se cotti o secchi…
    Comunque ho deciso di provare aggiustando un po’ le quantità quando sono sproporzionate e sostituendo o eliminando i prodotti introvabili… Peccato perché consigliato da te pensava fosse più pratico e “reale”.
    Ti farò comunque sapere come va.

    • Stefy

      Ciao, le aspettative spesso non sono sempre confermate, a me è piaciuto moltissimo, ma non l’hò scritto io, queste cose purtroppo non ho avuto modo di chiederle all’autore, ci sono alchimie interne che al di fuori non si comprendono fino a quando non le si provano…ciao

  • Maura

    Scusate ho appena comprato il libro ma non riesco a capire per quante persone sono le ricette grazie mille