galline

HAI LE GALLINE? ALLORA NON SEI VEGANA!

In tanti mi scrivono per chiedermi come mai seppur vegana convinta e praticante ogni tanto pubblico post in cui propongo le uova delle mie galline. Rispondo con un post pubblico per evitare di dover rispondere ogni volta in privato a tutti quelli che sono incuriositi dalla faccenda o, in alcuni casi, che mi vogliono denigrare.

NON SEI VEGANA SE HAI LE GALLINE!

Tema che mio malgrado ho dovuto affrontare troppo spesso ed è giusto che scriva pubblicamente come stanno i fatti.

Oltretutto a casa mia faccio corsi di autoproduzione eccoli:

http://www.naturalmentestefy.it/2015/10/07/come-essere-liberi-al-giorno-doggi/ ,

ed ho un B&B eccolo:

https://ilgirasolepontevico.wordpress.com

quindi ci sono tantissime persone che vanno e vengono e che hanno visto con i loro occhi come stanno questi animali e quanto spazio hanno a loro disposizione.

Mio marito sin da piccolo aveva la passione per i volatili, purtroppo …o per fortuna…

Uno dei suoi sogni era riaverli ma prima di abitare qui in questa oasi di pace non avevamo uno spazio da dedicare alle loro esigenze quindi abbiamo aspettato il momento opportuno.

Il momento è arrivato quando siamo venuti ad abitare in questa casa 4 anni fa…

Una parte di questi animali da cortile li abbiamo salvati da allevamenti intensivi che avrebbero ammazzato dopo pochissime settimane ( mentre qui razzolano da quattro anni ) e moriranno quando loro decideranno non per mano di qualche uomo , cosi almeno lo spero , visto che in zona spesso spariscono di notte animali da cortile …

Altre galline sono state portate qui da “Porci comodi” un’associazione animalista che si impegna a salvare animali , queste galline , cosi dette “da carne” erano stivate in condizioni non troppo sane e cercavano qualcuno che se ne prendesse cura , ne ho adottate 7 .

Questi animali , vengono nutriti con mais che acquistiamo in zona (abbiamo provato a produrcelo ma necessita di troppa acqua , quindi abbiamo optato per acquistarlo e produrre solo mais per pop corn per i miei figli e gli amichetti che vengono a giocare qui) , e verdura del nostro orto non trattato , insomma mangiano meglio di una persona che vive in città e acquista al supermercato , inoltre mangiano i nostri avanzi di cibo vegetale .

Spontaneamente e senza forzature, lasciandole libere di razzolare di giorno e di notte di entrate nel pollaio quando si fà buoi, senza forzature di nessun genere, ogni tanto regalano delle uova …

Il dilemma era ed ora???

Io non le mangio , mio marito però si considera ancora onnivoro anche se mangia ciò che preparato io, quindi una volta la settimana due uova le cucina e di rimando a volte anche i bimbi assaggiano e mangiano, li lascio liberi di fare perché credo che ogni forma di imposizione non sia corretta , racconto , spiego e rispondo ai loro quesiti ma lascio almeno per le uova che producono le nostre galline decidere loro , la carne ed i latticini in casa mia non entra , le uova ci sono.

Queste galline sarebbero morte anni fa, senza vedere e assaggiare dell’erba sana, senza vedere la luce del sole, cibati con mangimi con soia OGM, antibiotici perché stando in piccoli spazi si ammalano , e con nutrienti di sintesi perché non possono trovare in natura ciò di cui necessitano per la sopravvivenza …maltrattati , e finiti con una morte atroce , per poi finire nei supermercati e nei piatti a poco prezzo.

Le amiche onnivore, chiedono queste uova ed io volentieri le assecondo, sapendo che comunque hanno un enorme rispetto per queste mie galline pur essendo comunque non vegane.

Ognuno è libero di decidere per sé, sulla sua etica e morale.

Io ho scelto ma non voglio convincere nessuno, le mie scelte divulgative sono solo per informare ….

Se conoscete metodi per non far produrre più uova ad una gallina fatemi sapere , a mio avviso da che mondo è mondo le galline hanno sempre fatto uova , ma siccome nessuno nasce imparato ….fatemi sapere.

Ovviamente un metodo sano.

Non gli tiro il collo!!

 

(Visited 2.185 times, 1 visits today)

Ti potrebbe interessare anche...

LA MIA GIORNATA TIPO La domanda più gettonata che mi viene fatta è: MI RACCONTI LA TUA GIORNATA TIPO? Tipo? Tipo di che? La mia fortuna è che non ho una giornata tipo, ...
muslei AL CIOCCOLATO Gustosa, per ogni occasione, dalla colazione al dopo cena, come snack spezzafame o come "zittimento" bambini . Davvero buona anche per noi "grand...
IL DOLCE POVERO Mi scrivete davvero in tanti, GRAZIE GRAZIE DAVVERO! Non riesco purtroppo a rispondere a tutti, in questo periodo poi .......La natura si risvegl...
10 consigli per RISPARMIARE Risparmiare in tempo di crisi, risparmiare per realizzare sogni, risparmiare per lavorare meno ore ed avere più tempo per sé, risparmiare per vivere r...

Categorie: BeB IL GIRASOLE, LE VOSTRE DOMANDE

18 commenti

  • nadia

    il fatto che i vegani non mangino le uova è per il mero ciclo produttivo dato che le galline sono stipate in gabbie strette e costrette a mangiare mangimi schifosi per nulla adatti a delle galline; se poi consideriamo che sempre nel ciclo produttivo i pulcini maschi vengono uccisi perchè non utili alla “ovulazione” il mangiare uova diventa di per se antianimalista…ma se ho una gallina che scorrazza felice e contenta in un prato libera di mangiare ciò che vuole felice di avere il suo becco perchè non usare il suo uovo? (che ovviamente non deve essere fecondato dal gallo) per un periodo compravo uova da un contadino ma poi considerando che le proteine animali fanno più male che bene abbiamo eliminato anche le uova….però quando vado da mia madre e mi fa un dolce con le uova regalatele dalla vicina (in campagna c’è questa usanza) un morso glielo do!

    • Stefy

      Ciao Nadia,Grazie del tuo commento, e di avere precisato cose e concetti a mio avviso molto serie ed importanti..Stefy

  • Francesca Riccio

    ..ahahah sarebbe poco naturale e assolutamente NON VEGANO indurre le galline a non fare le uova! Stefania per favore, non farlo mai!!! …comunque, certa gente a volte estremizza davvero qualsiasi cosa, senza usare il buon senso… Reputo orrendo l’USO e soprattutto l’ABUSO che l’essere umano si permette di perpetrare ai danni dell’intero creato, esseri viventi in esso inclusi e non.
    Ma insomma, a volte mi chiedo: e’ piu’ etico buttare via una giubba nuova imbottita con piuma d’oca perché all’improvviso mi scopro Vegan, oppure utilizzarla a sfinimento, riciclarla e non sprecarla? e’ piu’ etico mangiare le uova che producono le tue galline o buttarle? BUTTARLE ??? ma dai…
    Io sono con te al 100%, e lo sarei anche se le mangiassi pure tu. Non vedrei contraddizione.
    Hai tutto il mio Affetto, e tutta la Stima per la pazienza che devi avere a dover sempre “spiegare”, “giustificare” e dimostrare la tua purezza d’animo e bonta’ di intenti a certa gente! Insomma non capisco cosa si aspettino!! Stanno li’ a controllare ogni tua mossa con la speranza di trovarti in fallo su qualche cosa!! Ma mica sei santa Stefania Da Brescia, che devi dar prova di TOTALE rettitudine, perfezione e santita’ !!! …ma se va avanti cosi, secondo me, diventerai davvero Santa. (sempre che non ti stufi prima a mandi tutti a quel paese)

    • Stefy

      Ciao Francesca, Grazie di cuore per la comprensione, grazie perché non è cosi scontato che chi legge abbia l’umiltà e la voglia di comprendere. Ognuno ha il proprio percorso di vita è vero ma ammiro molto chi come te si pone domande davvero a mio avviso importanti, come quelle che mi pongo giornalmente io, vegan o non vegan, sono etichette. Grazie Stefy

  • Fabrizio

    Perfettamente in linea con la scelta di Stefy. Se la scelta vegana là si sposa non solo per fini salutistici ma , sopratutto, per motivazioni etiche trovo che prendere qualche uovo da una gallina che si adotta ,mantiene e si fa vivere sia eticamente accettabile. Almeno lo è per me )). Poi va anche detto che anni di dieta vegana tendenzialmente crudista alla fine mi hanno portato a non gradire più alcuni sapori… Ma questo è un altro discorso .

    F.abri

    • Stefy

      Ciao F.abri, grazie del commento, concordo con te, dopo anni di alimentazione sana nemmeno io riesco a magiare le uova, anche solo l’odore mi nausea. Credo forse sia la natura primordiale che abbiamo ricreato dentro di noi… Oppure solo abitudine …non saprei , però concordo assolutamente con te molti sapori non solo non riesco mangiarli ma nemmeno annusarli. ciao

  • marina

    io , macrobiotica vegana, avrò a breve non solo galline, ma oche e conigli, vorrei un cavallo da corsa che nn serve più ed un asino.per finire un cane anziano ed un cucciolo , nn mancherà qualche gatto….un’allegra fattoria dove tutti son liberi di scorazzare senza dolore…..

    • Stefy

      Bravissima, anche io ho oche, galli e una capra, liberi si scorrazzare, mangiare e vivere in totale armonia con la natura che li circonda!

  • Paola

    Cara Stefy è molto bello che tu abbia il coraggio di spiegare a tutti pubblicamente il fatto che nonostante tu sia vegana, abbia le galline. Io a causa di un’intolleranza a latte e uova non le mangio più, ovviamente faccio da me torte ecc. perché è molto difficile trovare questi prodotti senza latte e uova. Ti leggo sempre volentieri. Non dare peso a chi ti vuole denigrare, tu fai la tua vita, come ti sembra giusta, a chi non piace può leggere altro. Io abito in un paesino, ho due figlie e faccio del mio meglio per dare loro cibi sani preparati in casa, ma mi scontro continuamente con la difficoltà di far capire che una alimentazione sana è possibile sempre, nonostante uno lavori, basta organizzarsi. Vai avanti così, per tante persone i tuoi consigli sono importanti!

    • Stefy

      Ciao Paola, grazie di cuore, grazie di avere la sensibilità di comprendere meccanismi seppur sottili di ogni individuo! Grazie ,,tutti noi cerchiamo di fare del nostro meglio! Ciao

  • Meralda

    Come già detto in altra risposta vegana come te e vegetariana da 24 anni non ho mai gradito le uova e la carne fin da bambina …. Quello che tu fai è per me corretto anche perché non tutti sanno che le galline producono le uova anche. senza l’intervento del gallo e quindi non divengono pulcini. Inoltre vanno tolte una volta fatte altrimenti le galline se le mangiano con tutto il guscio andando incontro ad una malattia che puo essere mortale. Lo stesso dubbio mi è venuto come per te per il miele che io usavo per curarmi assieme alla proporli. Il mio compagno lo produce ma in modo naturale Ovvero le cura le accudisce ma non interviene in nessuna fase lasciando il miele per loro ma prendendo ciò che è in eccedenza E chiaro che non compro il miele perché come per le uova la maggioranza proviene da allevamenti intensivi tra l’altro estremamente crudeli visto che ammazzano appositamente la regina per innescare comportamenti produttivi (ho semplificato di molto) Si diventa vegani perché si combatte l’industrializzazione degli esseri viventi …compresi noi Poi personalmente non riuscirei ad uccidere un animale per cibarmi oltre al fatto che non siamo predatori attivi e non necessitiamo di proteine animali per la nostra sopravvivenza. Essere diventati cacciatori è legato al fatto che l’uomo essendo animale stanziale è finito in aree impervie prive di verdura e frutti a sufficienza e per sopravvivere iniziò a mangiare le carogne lasciate dai veri predatori …il sapore immangiabile e la scoperta del fuoco fece il resto Ma oggi tutto questo non ha ragion d’essere … Quindi serena Stefy … A volte anche tra le persone che fanno questa scelta c’è ignoranza e superbia Io non sono vegana per sentirmi migliore di altri… Ho tutti amici onnivori compreso il mio compagno che però mi appoggia in tutto e per tutto, proprio come tuo marito. Un bacio

    • Stefy

      Ciao, Grazie di cuore per avermi scritto queste parole, apprezzo molto e la penso come te, ne parlavo settimana scorsa con un’amica del fattore api ecc.. Anche a mio marito piacerebbe avere arnie e amare le nostre api, in fondo senza insetti non vivremmo a lungo. Ormai il pianeta ha ancora poco di naturale e normale e dargli una mano a ristabilirsi dopo decenni di sfruttamento mi sembra il minimo. Mi piace l’ultima parte, l’etichetta vegani porta spesso a sentirsi superiore e con un’alta dice di superbia si parla di argomenti che non si conosce nemmeno il nome, spesso sono cittadine che hanno letto sui libri delle cose ma non hanno mai avuto animali. Grazie mille

  • Meralda

    Grazie a te! Non voglio intasare la tua pagina con continui ringraziamenti ma sappi che piano piano leggero’ tutti i tuoi articoli anche perché il sogno che tu sei riuscita a realizzare e cioè avere un po’ di animali, tra l’altro proprio salvati da macelli e altre violenze, è ciò che vorremmo realizzare io e il mio compagno come primo passo. Mi piacerebbero tanti ettari di terreno e una casetta piccolina, perché ciò che mi importa è la natura fuori casa. La casa, anche se sono una bilancia e quindi amante del bello, deve essere accogliente confortevole e, appunto, bella ma non necessariamente grande… Anzi. Ma fuori, il terreno si che mi piacerebbe grande dove accudire e accogliere anche temporaneamente animali bisognosi. E il massimo sarebbe realizzarlo ritornando nella mia isola …il mare mi manca moltissimo (sono sarda). E poi magari vista la mia professione (pedagogista) e una serie di specializzazioni (tra cui quella di educatore cinofilo et altre in ambito zoofilo) attuare progetti di zooantropologia didattica, TAA e AAA (erroneamente chiamate Pet Therapy), sempre nel rispetto degli animali. Sempre nell’ottica di collaborazione e non sfruttamento… E’ vitale insegnare agli esseri umani a rapportarsi nel modo corretto con gli animali; sviluppare la conoscenza di approccio secondo la specie è un arricchimento che va al di là del tenere o meno l’animale. E magari realizzare il progetto dell’asilo-fattoria: ci sono già degli esempi in Italia, ma bisogna sempre stare attenti che non diventino dei parcheggi o degli zoo ma vere occasioni ed esperienze di crescita per l’essere umano come custode e protettore di questo mondo di fauna e flora… Devo avere pazienza e spero come te di riuscire a realizzare i miei sogni … Perché è troppo importante fare qualcosa per gli altri e per questo nostro ambiente. In fondo si tratta di casa nostra. Ciao

    • Stefy

      Ciao, che bellissimo sogno, pazienza e caparbietà, lavorare come un monaco almeno un’ora al giorno al proprio obiettivo, ti auguro di cuore che tu possa a breve vivere nel tuo sogno proprio come ho fatto e sta facendo io! Grazie per passare di qui spesso, mi fa molto piacere! ciao

  • Magdalena

    Ciao Stefania, ho comprato il tuo libro e mi è piaciuto molto.
    È triste che tu debba giustificarti con le persone perchè hai qualche gallina in cortile che ha a disposizione tutto lo spazio che vuole e che peraltro hai salvato da una brutta fine. Probabilmente le persone che ti accusano non avrebbero il coraggio di fare le scelte che hai fatto tu ma che sotto sotto ammirano.
    Brava, continua così!

  • giuliana schiavo

    Ciao Stefy….. sono vegana e logicamente non mangio uova… ed è inutile spiegarne il motivo… ma se avessi una casa in campagna e potessi salvare le galline, ovviamente tenute rigorosamente lontane dal gallo nel caso ce ne fosse uno, non mi farei problemi a mangiare le uova……… nessun omicidio… nessuna sofferenza animale… un semplice ciclo naturale. Non capisco le persone che ti criticano… le tue galline sono felici, vivono bene e nessuno pensa di togliere loro la vita….. se fanno le uova cosa bisogna fare… buttarle??????? Sarebbe una cattiveria proprio nei confronti di quelle povere bestie che, comunque, non credo gioiscano troppo a fare uova…. Lascia perdere chi ti critica… vai avanti e… grazie per i tuoi preziosi consigli!!!!! e per i tuoi meravigliosi libri che ho allineati nella mia libreria. Ciao ciao