semi pomodoro

CONSERVARE I SEMI DI POMODORO

Da due anni cerco, con mio grande piacere anche positivamente di conservare i semi del mio orto, non trattato con schifezze chimiche, concimato solo con escrementi dei miei animali, rispettati, con molto spazio a loro disposizione e sopratutto non alimentati con concimi con soia OGM, certo il mais acquistato è della zona ,che purtroppo è tutta agricoltura intensiva, ma per il resto si cibano di scarti della nostra cucina e del nostro orto!

Mi è stato regalato , questo libro

 

Manuale per Salvare i Semi dell'Orto e la Biodiversità - Libro
Scopri e difendi 117 ortaggi, erbe aromatiche e fiori alimentari – Unisciti ai Seed Savers e goditi i miracoli della natura

Voto medio su 7 recensioni: Buono

€ 11.5
Direi regalo azzeccatissimo, visto che è molto ben fatto , spiega davvero bene come conservare le nostre sementi .
Proprio da questo traggo il pezzo che scriverò :

Consentire ai frutti di maturare oltre la fase in cui si possono mangiare . Spaccateli, spremete la gelatina e i semi , sistemando quest’ultimi di ciascuna varietà in un bicchiere o in una scodella………………………… Distinguete le gelatine con etichette e lasciatele in luogo caldo per due tre giorni. Se non si agita in superficie si formerà uno strato opaco e avrà luogo una benefica fermentazione, causata,  prevalentemente da  una particolare muffa  , GEOTRICHUM CANDIDUM , che agisce sulla gelatina viscosa che circonda i semi. La sua attività antibiotica contrasta alcune  frequenti malattie virali trasmissibili con i semi come L’ALTERNARIA, LO XANTOMONAS VESICATORIA E IL FUSARIUM. 
L’unico pericolo è lasciare avanzare il processo di fermentazione per troppo tempo , il che conduce a una precoce germinazione. Dopo un minimo di tre giorni , ma non più di quattro giorni ,portare via dalla superficie lo strato dei funghi , aggiungete acqua  e filtrare il tutto attraverso un setaccio.
Lavate e strofinate i semi finchè sono puliti. La gelatina attorno ai semi sarà stata lavata via e i semi appariranno piuttosto pelosi.
Stendeteli su un piatto di porcellana o su foglietti di carta lucida in un solo strato, lasciateli asciugare in un luogo sicuro, lontano dal sole. Dopo alcune ore , strofinare i semi con le mani per evitare che si incollino. E’ buona norma mettere i semi in una busta etichettata e mantenerli all’asciutto per due tre settimane. 
I semi si possono conservare per tre quattro anni e oltre nelle zone temperate .



 

(Visited 1.479 times, 1 visits today)

Ti potrebbe interessare anche...

SMETTERE DI LAVORARE Francesco Narmenni Smettere di Lavorare Cambiare vita – Guadagnare risparmiando – Far fruttare le proprie passioni - Vivere bene con...
OLEOLITO DI PIANTAGGINE       Olio e piantaggine unici due ingredienti per realizzare un olio davvero molto  ricco di proprietà. ANTIBATTERICO ...
PANNA VEGETALE fai da te DUE INGREDIENTI, DUE MINUTI PER REALIZZARLA, TANTI OTTIMI MOTIVI PER FARE QUESTA PANNA VEGETALE. Sempre utile in cucina, per condire la ...
PESTO DI ZUCCHINE conserve per l’inverno Una valanga di zucchine nell'orto, e se non avete l'orto offerte speciali al supermercato oppure meglio ancora dal contadino. Le zucchine sono un'otti...

Categorie: orto

1 commento

  • Daria

    Grazie mi serviva proprio questa dritta per la conservazione dei semi di pomodoro… nel mio orto le piante di pomodoro nascono da sole dove vogliono, ma voglio provare a tenere i semi dei pomodorini gialli che mi sono stati regalati con uno scambio di semi…