semi pomodoro

CONSERVARE I SEMI DI POMODORO

Da due anni cerco, con mio grande piacere anche positivamente di conservare i semi del mio orto, non trattato con schifezze chimiche, concimato solo con escrementi dei miei animali, rispettati, con molto spazio a loro disposizione e sopratutto non alimentati con concimi con soia OGM, certo il mais acquistato è della zona ,che purtroppo è tutta agricoltura intensiva, ma per il resto si cibano di scarti della nostra cucina e del nostro orto!

Mi è stato regalato , questo libro

 

Manuale per Salvare i Semi dell'Orto e la Biodiversità - Libro
Scopri e difendi 117 ortaggi, erbe aromatiche e fiori alimentari – Unisciti ai Seed Savers e goditi i miracoli della natura

Voto medio su 7 recensioni: Buono

€ 11.5
Direi regalo azzeccatissimo, visto che è molto ben fatto , spiega davvero bene come conservare le nostre sementi .
Proprio da questo traggo il pezzo che scriverò :

Consentire ai frutti di maturare oltre la fase in cui si possono mangiare . Spaccateli, spremete la gelatina e i semi , sistemando quest’ultimi di ciascuna varietà in un bicchiere o in una scodella………………………… Distinguete le gelatine con etichette e lasciatele in luogo caldo per due tre giorni. Se non si agita in superficie si formerà uno strato opaco e avrà luogo una benefica fermentazione, causata,  prevalentemente da  una particolare muffa  , GEOTRICHUM CANDIDUM , che agisce sulla gelatina viscosa che circonda i semi. La sua attività antibiotica contrasta alcune  frequenti malattie virali trasmissibili con i semi come L’ALTERNARIA, LO XANTOMONAS VESICATORIA E IL FUSARIUM. 
L’unico pericolo è lasciare avanzare il processo di fermentazione per troppo tempo , il che conduce a una precoce germinazione. Dopo un minimo di tre giorni , ma non più di quattro giorni ,portare via dalla superficie lo strato dei funghi , aggiungete acqua  e filtrare il tutto attraverso un setaccio.
Lavate e strofinate i semi finchè sono puliti. La gelatina attorno ai semi sarà stata lavata via e i semi appariranno piuttosto pelosi.
Stendeteli su un piatto di porcellana o su foglietti di carta lucida in un solo strato, lasciateli asciugare in un luogo sicuro, lontano dal sole. Dopo alcune ore , strofinare i semi con le mani per evitare che si incollino. E’ buona norma mettere i semi in una busta etichettata e mantenerli all’asciutto per due tre settimane. 
I semi si possono conservare per tre quattro anni e oltre nelle zone temperate .



 

(Visited 1.393 times, 2 visits today)

Ti potrebbe interessare anche...

VUOI ORGANIZZARE UN LABORATORIO OPPURE UNA PRESENT... Per chi mi segue da tempo è normale leggere di date inerenti a miei interventi pubblici, presentazione dei miei libri  eccoli : http://www.naturalment...
SOFFRITTO SANO SEMPRE PRONTO FATTO IN CASA     Ecco sopra come realizzare il nostro soffritto sempre pronto poche mosse per ottenere un prodotto sano, e indispensabile pe...
LATTE DI NOCCIOLE Come sostituisco il latte di animale? Cosa bevo per colazione adesso che ho compreso cosa c'è dietro un semplice bicchiere di latte animale? Non...
5 LIBRI GRATIS Leggere è cibo per la mente, apre gli orizzonti e ci permette di conoscere cose e mondi che prima  erano sconosciuti. Qui di seguito vi lascerò dei...

Categorie: orto

1 commento

  • Daria

    Grazie mi serviva proprio questa dritta per la conservazione dei semi di pomodoro… nel mio orto le piante di pomodoro nascono da sole dove vogliono, ma voglio provare a tenere i semi dei pomodorini gialli che mi sono stati regalati con uno scambio di semi…