Pic_0213_650

CREMA SEMPLICISSIMA FATTA IN CASA PER PELLI MOLTO DELICATE

Questa è la base poi quando ognuna di noi prenderà dimestichezza ci si può sbizzarrire con oleoliti(oli nei quali si è fatto macerare piante erbe officinali vi racconterò anche questa tranquille) .

Premetto una sola cosa cercherò di farla breve anche se non è il mio forte,ho iniziato a farmi da me queste preparazione ,DISPERATA ,,si disperata è la parola giusta perchè la mia piccolina ,a 30 giorni dalla nascita prematura,ha avuto grandi problemi di dermatite atopica,abbiamo girato dermatologi ospedali ,provato ogni sorta di crema e preparato farmaceutico ,ma nulla gli risolveva questo problema che quando era più grandina gli procurava vistosi tagli sulle gambine fino a farle snguinare in continuazione con richio di infezioni. Mi sono avvicinata per caso a queste cremine…..provato ,modificato ,GUARITO,non urlo al miracolo nè dico che sono la panacea per tutti i mali ,per la mia bimba si e a più di un anno di differenza lo posso confermare,bisogna solo togliersi degli schemi mentali che ci hanno insegnato fin da piccoli e che la società ci impone :spendere tanto per avere tanto….nulla di vero ,queste preparazioni costano pochi euro ,durano mesi e sono meravigliosamente facili per tutti….iniziamo??????Mettete in un pentolino di acciaio 80 GR DI OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVA ( io preferisco biologico) aggiungete  gr 7 DI CERA D’API ,scaldare a bagnomaria oppure su un fuoco bassissimo,appena la cera d’api si è sciolta dal fuoco e mettere in un vasetto di vetro precedentemete fatto bollire in acqua per sterilizzarlo (io utilizzo i vasetti degli omogeneizzati cosi reciclo anche),volendo si possono aggiugere olii essenziali rigorosamente bio ,ma noi atteniamoci alla base per ora poi arriveranno tante altre ricettine..

perchè farsi le creme da sole???
1-perchè sai esattamente gli ingredienti
2 perchè te la personalizzi secondo le tue esigenze e gusit
3 perchè cel’hai sempre fresca (quando è stata fatta una qualsiasi crema in commercio??? qualcuno l’ha già aperta??? cosa contiene??? sicuramente petrolio….. quando scade se non sò se altri prima di me l’anno aperta??da quanto è sul bancone ??? quanta stada ha fatto per arrivare a me?? è stata testata sugli animali??? che sbalzi termici ha subito prima di arrivare a casa mia????)
4 perchè economica
5 perchè ha chilometri zero
6 perchè non è stata testata sugli animali
7 perchè non ha utilizzato tir navi aerei prima di arrivare a casa mia
8 perchè contiene solo naturali e se anche la ingerisco poco male…

VI BASTA???DEVO CONTINUARE????

COSTO CIRCA: 2 EURO

La conservazione è molto semplice io ne tengo una parte in frigorifero ed una parte a temperatura ambiente che utilizzo in pochi giorni ,cosi mi durerà mesi e mesi anche se consiglio circa 3 mesi in frigo non di più ,comunque se non è più buona la si sente dall’odore ,sente di olio rancido …ma tranquille non è cosi facile farla andare a male…a me non è ancora successo!la utilizzo prima .Questa crema base è ottima per tutti i tipi di pelle per tutto il corpo ,per il viso ,e anche come balsamo per le labbra…provatela e ditemi ……

(Visited 36.685 times, 4 visits today)

Ti potrebbe interessare anche...

GRATIS A CHI? Il gratis ormai và di moda, spesso come parola civetta per attirare persone, spesso per aggirare tariffe nascoste, gratis a volte lo è per davvero! MA...
POLLICE GREEN Rachel Frèly Orti, giardini, balconi e terrazze: la maggior parte delle piante prima o poi ha a che fare con malattie, parassiti, insetti e animali nocivi. Il...
5 BOMBONIERE fai da te A MENO DI 5 EURO Sono cresciuta in una casa dove veniva tenuto tutto, ogni chincaglieria possibile immaginabile, e ad ogni ricorrenza, battesimo, comunione, cresima, m...
AUTOPRODUZIONE PERICOLOSA L'autoproduzione è stata per me una vera e propria salvezza. L'autoproduzione in passato era una pratica quotidiana, ogni donna dei tempi che furono s...

Categorie: COSMESI, fai da te

51 commenti

  • katia

    ciao..volevo rifare questa cremina e ti volevo chiedere dove hai preso la c'era d'api?
    perchè so che la vendono in ferramenta e in erboristeria..ma di sicuro avranno due prezzi differenti(non voglio spendere tanto)..e poi quella del ferramenta è pura?
    grazie..ciao!

  • stefy

    ciao katia,,,ferramenta?????a priori tela sconsiglierei!io l'ho scambiata con un apicoltore biologico , la trovi dagli apicoltori oppure in farmacia oppure in erboristeria ,,,non sò quanto possa costare comunque tieni consto che per fare una cremina ne bastano pochissimi grammi quindi la spesa sarebbe davvero pochissima ,magari meno di un certo quantitativo non la vendono però poi ne avrai a vita,la trovi anche su moltissimi siti online ma li alla fine tra ordine minimo che devi fare le spese di spedizione non tene vale davvero la pena almeno per i primi esperimenti poi pian piano valuterai tu!!cioa grazie stefy

  • Anonimo

    maria..ciao stafy ho fatto la crema ma non mi e' venuta , come mai? praticamente sempre olio e' non mi e venuta come nella tua in foto , in cosa posso aver sbagliato?, grazie per le tue risposte , ciao stafy.

  • stefy

    ciao ,,,amore ma come faccio a spiegarti perchè non ti è venuta se non sò cos'hai fatto cos'hai messo???? io ti garantisco che mi viene sempre…mi dispiace tantissimo non ti sia venuta riprovaci ….mi dispiace non esserti di aiuto ma non posso altro che darti la ricetta!!ciao

  • Anonimo

    maria….no no poi alla fine si e' solidificata pero' non e' bianca come la tua e' sempre sul verdino ma anche senza profumi oli essenziali e' buona lo stesso, con gli 80 ho fatto due vasetti piccolini , adesso domani vediamo cosa ne combino…ihihi….bacio ciao ciao stafy

  • stefy

    ma dai Maria…allora vedi …ti sei scoraggiata per nulla!!!vedi!!vedi..che volere è potere..il fatto che sia più verde tranquilla ,primo le foto spesso non rendono bene ,inoltre poi c'è olio e olio quello extravergine magari che hai usato tu sarò stato di una tonalità più verde ,anche senza olii essenziali tranquilla è ottima io non li metto gli olii nella crema che afccio per la bimba la irritano!!…..bravissima!!!

  • Anonimo

    Ciao Stefy!
    Sono Maria Carla
    Ti chiedevo un consiglio: io ho fatto la crema. Mi trovo anche molto bene, ha un capacità idratante elevatissima, in inverno che la pelle tende a seccare è veramente validissima.
    Io, usando creme non testate sugli animali spendo un bel pò in cosmesi; autoproducendola ho speso solo 3 Euro per la cera d'api, che ho comprato in farmacia. Ho però individuato un produttore locale che me ne darebbe a molto meno, per cui sono felicissima.
    Però resta un piccolo problema, forse perchè non mi sono attenuta rigorosamente alle quantità da te indicate. Fatto sta che la mia crema fa un odore troppo intenso di olio d'oliva. Pensavo che con la cera d'api sarebbe un pò evaporato, invece è un odore troppo forte che mi spalmo sulla pelle e che quindi mi disgusta un pò.
    Se metto più cera d'api viene un pò neutralizzato?
    Ho in casa dell'olio di mandorle (marca Provenziali, se ne aggiungo un pò copre l'odore di olio d'oliva o è peggio e fa delle reazioni strane?
    Spero puoi aiutarmi a risolvere il mio piccolo problema!
    Grazie!!
    Buona Giornata!
    M. Carla

  • stefy

    ciao mariacarla….bravissima sei stata davvero brava!!!ecco lo scopo del blog!!!grazie di cuore il problema di cui parli non è stato un tuo errore assolutamente anzi!!!tu hai fatto perfettemanete tutto bene solo che è proprio l'olio di oliva ad avere quell'odore forte che come hai notato non tutti tollerano io per esempio non ho problemi ma molte persone non lo tollerano ,,per l'olio provenzali sinceramente io telo sconsiglio proprio se ti informi sugli ingredienti capirai che non è che sia un buon prodotto per nulla!!!!ti consiglierei piuttosto di prendere dell'olio di soia di girasole oppure altri vegetali biologici però mi raccomando ,io mi trovo bene alla coop spesso sono anche in offerta ,quegli oli sono decisamente più leggeri e meno odoroni anzi quasi inodore ,potresti utilizzare altri mille olii ma in farmacia come hai ben notata i prezzi chissà perchè lievitano …come un pane con il doppio del lievito!!!! cioa e per altre info sono qui ciao

  • Anonimo

    ciao Stefy!

    innanzitutto ti ringrazio per i tuoi preziosissimi consigli. Ti ho visto ieri in tv e sono rimasta affascinata dal tuo stile di vita, semplice, sano, come una volta. Non vedo l'ora di provare a fare il detergente per i piatti! :)
    Ho cercato sul tuo blog nella sezione "cosmesi fai da te" se c'era qualche consiglio su come fare lo shampoo in casa, ma purtroppo non ho trovato nulla. Allora ho cercato un po' su internet e ho trovato un altro sito in cui consigliano di preparare lo shampoo facendo una pastella con la farina di ceci e un po' d'acqua! fantastico! ho pensato di condividerlo qui sotto con te e i tuoi lettori perchè magari c'è qualcun altro interessato.
    Ciao, complimenti e grazie ancora!

    Vale

    ——

    Dopo 1000 esperimenti senza risultato e dopo esservi rassegnate a comprare shampoo biologici carissimi, oggi finalmente trovate la risposta che cercavate nello shampoo con la farina di ceci! Sarete sicuramente all’inizio scettiche ma tentar non nuoce anche perchè la ricetta è economicissima!

    Ingredienti:
    – farina di ceci
    – acqua tiepida
    Preparazione: Formare in una ciotola una pastella morbida mescolando con una forchetta la farina e l’acqua calda. Distribuire la pastella sulla testa e massaggiare delicatamente con i polpastrelli. Attendere 2 minuti e sciacquare. Se i capelli sono lunghi e si annodano potete mescolare un pò del vostro balsamo e torneranno districabili. Si può personalizzare il composto con 3-4 gocce di un olio essenziale a scelta tra quelli che hanno anche proprietà benefiche per il cuoio capelluto:
    – problemi di forfora: timo, rosmarino, tea tree
    – coadiuvante anticaduta: timo, rosmarino
    – prurito: menta piperita, eucalipto, lavanda
    – cute sensibile: lavanda
    – eccesso di sebo: limone, lemongrass

    Usare uno shampoo fatto in casa inizialmente non entusiasma perchè i capelli appaiono crespi, ribelli e indomabili (questo succede perchè i nostri capelli sono troppo abituati a sostanze come tensioattivi e siliconi, contenuti nella maggior parte degli shampoo commerciali). Con un po’ di costanza i capelli ritroveranno morbidezza, luminosità e saranno molto più sani.

    Ecco inoltre alcuni consigli per avere capelli forti e sani:

    1. Evitare il fumo, la nicotina si deposita a livello cutaneo, danneggiando il capello e favorendone la caduta;
    2. seguire un’alimentazione ricca e bilanciata in tutti i suoi componenti: proteine, glucidi, lipidi, sali minerali e vitamine;
    3. I capelli sono formati da cheratina composta, tra gli altri, da due aminoacidi cistina e lisina contenuti anche in carne e pesce;
    4. Può essere utile consumare integratori a base di cistina e lisina o contenenti le vitamine A, E, e gruppo B o sali minerali come il ferro, lo zinco, il rame, il selenio e lo zolfo. Le vitamine e i sali citati possono essere assunte anche con gli alimenti e crediamo fermamente sia preferibile.

    Lo sapevate che la maionese può essere usata come balsamo? Non quella del supermercato ovviamente, che di naturale ha ben poco, ma una maionese, semplice, economica, fatta in casa. Va applicata semplicemente sui capelli bagnati, che saranno poi pettinati e avvolti con un telo di plastica. Lasciare agire per 20-30 minuti e sciacquare abbondantemente. La maionese contiene oli vegetali che ammorbidiscono il capello. A loro volta, anche le uova, ingredienti essenziali nella maionese, lisciano e rafforzano il capello. Il limone li rende più lucenti.

    Avete finito il balsamo?

    Che ci crediate o no, un balsamo davvero efficace è l’ammorbidente usato per lavare i vestiti. Per usarlo sui capelli occorre però diluirlo, poiché è molto concentrato. Soluzione: 1 bicchiere di acqua con 1/4 di ammorbidente. Servirà per lisciare i capelli e sciogliere i nodi e le increspature.

  • stefy

    ciao grazie infinite per la condivisione ..bravissima unica nota per l'ammorbidente io non lo utilizzo da anni nemmeno sui vestiti per la sua tossicità figuriamoci a contatto con la cute ,assolutamente da evitare nel modo più assoluto ,meglio un bel bicchiere di aceto alle mele …..grazie mille!!!

  • Mitvisier

    Ciao Stefy, ho visto che hai sconsigliato l'olio di mandorle dolci dei Provenzali…immagino perché è comunque alla fin fine industrile o è proprio il tipo d'olio in sè che non reputi sano?
    In casa ho dell'olio di mandorle dolci e dell'olio di germe di grano anche per uso alimentare che come saprai contiene molta vitamina E. Mi piacerebbe sostituire buona parte dell'olio d'oliva con questi proprio per via dell'odore.
    Che ne pensi?

  • stefy

    DOVE L'HO CONSIGLIATO MI SARò SBAGLIATA PERCHè NON è PER NULLA NATURALE SE MELO SEGNALI LO TOGLO IMMEDIATAMENTE CIAO

  • Mitvisier

    No, non lo hai consigliato. Anzi. Tutt'altro!!! Volevo solo capirne la ragione.
    In che senso non è per nulla naturale, come lo fanno?
    Grazie, ciao.

  • Anonimo

    Ciao Stefy, mi associo anch'io al problema dell'odore di olio d'oliva. A me personalmente non da fastidio ma mio marito non lo sopporta, dice che sembro una cotoletta! Se sostituisco l'olio d'oliva con quello di mandorle comprato in erboristeria va bene? Oppure ho letto da qualche parte di aggiungere un pò di miele. Che ne dici?
    Francesca

  • Cartapè

    Ciao Stefy, sono Maddy di ZR, posso usare come olio, l'oleolito di camomilla fatto con l'olio di riso? Ciao!!!!!! Un bacio ai pargoli!

  • by tatta

    Ciao Stefy, ti seguo da un po' e leggendo questo post mi hai riportato indietro nel tempo…mia zia, che vive ed ha sempre vissuto in campagna, ne ha sempre fatto uso e la faceva da sola, proprio come te! Me ne ha regalato un vasetto (anche lei usa i vasetti di omogenizzati riciclati) e la grave infiammazione "intima" che da molto tempo mi stava rendendo la vita un inferno…sparita! E' una crema veramente efficace e sopratutto naturale al cento per cento. Grazie per tutti i post interessantissimi che proponi. Sono stata anche io "fulminata" dal risparmio intelligente, dal riciclo, dalle cose fatte da me, ecc. Grazie ancora per l'aiuto con i tuoi consigli.

  • Anonimo

    Ciao Stefy, mi sento di consigliare a chi ti ha scritto riguardo l'odore troppo forte dell'olio di oliva da usare per fare la crema, di provare con l'olio di riso…io non l'ho usato per la crema (devo ancora provare a farla) ma lo utilizzo nei dolci e, dato che non ha assolutamente odore, non modifica il risultato finale. Penso che potrebbe essere così anche per la crema.
    Ti faccio i miei saluti e ti ringrazio per i tuoi consigli. Alessandra.

  • Anonimo

    leggo con interesse tutti i vostri commenti. Mi permetto di segnalare che l'olio di jojoba non ha un odore marcato e non inrancidisce. Proverò a fare la crema. ciao a tutte…

  • Roberta

    Carissima Stefania, sono ancora Roberta, ti devo ringraziare tantissimo per questa crema eccezionale, camaleontica!da questa è derivata quella antidolorifica (suggerita dal blog della Lalla -Magica Natura-!)e grazie alle tue esortazioni alla sperimentazione in autonomia, ne è nata una antimicotica con olio di Neem, OE di cannella e OE di Tea Tree. Fantastica quella dopo sole.
    Ho riprodotto i sofficini, il latte di mandorla, la crema alle mandorle…
    Mi segui al lavoro il sabato mattina e alcune volte anche la domenica su Radio Capital, è grazie a loro che ti ho conosciuta.
    Grazie.
    Un abbraccio Roberta

  • stefy

    Sono davvero TANTO FELICE di questo tuo sperimentare, mi fà un enorme piacere sapere che da questo umile blog e comparsate radiofoniche gratuite ma di cuore e spirito possano nascere cosi tante belle cose ! grazie stefy

  • Anonimo

    Salve Stefania. Chiedo conferma: la crema a base di olio di oliva e cera d'api puo' valere anche come crema per le mani screpolate dal freddo? Oppure sono necessari altri ingredienti? Grazie

  • stefy

    Ciao , si può essere utlizzata a 360° , di solito faccio oleoliti in base alle necessità guardando le proprietà delle varie piante .

  • Anonimo

    SEGUITO DEL POST DEL 29.11.14= HO PROVATO A FARE LA CREMA: GENIALE !! LA USIAMO TUTTI IN FAMIGLIA; E' UN SUCCESSO. GRAZIE STEFY PER I TUOI PREZIOSI CONSIGLI !

  • MaryG

    Ciao Stefy, sto per provare questa ricetta per la DA di mia figlia che di anni ne ha nove e ne soffre da ormai 5 anni. Ora siamo in fase acuta e di creme cremine di ogni costo e prezzo non ne posso più, al cortisone non voglio cedere e… Ci provo! Volevo chiederti, quanto ha adesso tua figlia? Come state con la DA? Sparita completamente?

  • stefy

    Ciao Mary, mia figlia ora ha 5 anni , ha un'alimentazione tendenzialmente veagana è casa da scuola , ha la libertà del suo tempo e non ha più nessun segno (all'oggi) di dermatite …quando ero disperata ho utilizzato anche l'olio di neem , puzza da paura ma credimi è eccezionale , se non si è allergici ovviamente. ciao auguroni per la tua bimba . Stefy

  • betti

    ciao Stefy,vedo che il problema della DA è molto comune,purtroppo,mia figlia,11 anni,è in fase acuta e ho deciso di provare la tua crema come ultima speranza,questa mattina vado a comprare la cera d'api da un produttore locale ma ne vende un chilo alla volta,volevo sapere quanto dura ,grazie per tutti i tuoi ottimi consigli

  • stefy

    Ciao , la cera d'api , vari apicoltoti , non uno ma tanti mi hanno detto che non ha scadenza , io stessa ne ho un pezzo , grezzo cioè "sporca" di propoli da circa 4 anni in cucina lontano dalle fonti di calori dentro una borsa di carta ed è ancora meravigliosamente profumata e sanissima . Per la crema invece , che dire anche qui ci sono tantissime informazioni , io lascio una parte della crema in frigorifero, l'altra parte a temperatura ambiente , cosi sia in estate che in inverno , utilizzo in poche settimane quella a temperatura ambiente e poi tolgo quella in frigo , oppure lasciala in frigo e all'utilizzo la scaldi tra le mani . E' vero che non contengono conservanti questi ungenti , ma è anche vero che l'olio stesso è un conservante e che lo teniamo a temperatura ambiente , anche qui segui il tuo instinto …ti auguro ogni bene e se non dovesse funzionare utilizza l'olio di neem …quello è spettacolare , puzzolente ma spettacolare ….provalo su una parte del braccio della bimba per accertarti che non sia allergica o intollerante ..ciao

  • Anonimo

    Ho sempre spalmato le creme con riluttanza sul corpo della mia bambina , temevo sempre che, se da una parte le fanno bene dall'altra le nuociono… Ho fatto questo unguento e, per la prima volta, mi sento bene e lo spalmo con fiducia (so esattamente cosa contiene) . Lo stiamo usando 2 volte al dí da 3-4 giorni e vedo i primi risultati. La pelle è ancora molto ruvida ma non piú cosí secca. Sono fiduciosa!
    Unica variante che ho fatto è stata sistituire una parte dell'olio evo con oleolito di calendula, sempre a base olio evo, trovato in erboristeria.
    Un abbraccio!

  • stefy

    Ne sono molto felice , prova vedere qui nel blog e cercare gli oleoliti , cosi la prossima volta non comperi più nulla , ciao e grazie per la tua preziosa testimonianza

  • Roberto Bertolucci

    Per il problema dell'olio sciogliete prima la cera a bagnomaria poi aggiungete l'olio per esporlo il meno tempo possibile al calore evitando che prenda il sapore di cotto,ma il problema è che la maggior parte delle persone usa olio extravergine da 4 o 5 € che sa di solventi, di morchia di muffa, come dice Stefy usate olio biologico di annata e qualità che ha tutt'altro odore: di fruttato, di erba fresca, di vegetali che daranno una profumazione più accettabile.
    Ringrazio Stefy per la favolosa ricetta.
    Roberto dell'accademia Maestrod'olio

  • SilvaSilvy

    Ciao stefania ho provat a fare la crema con olio d oliva carli e cera d api pura presa in erboristeria! Anche io soffro di dermatite atopica da stress solo sul viso e le ho provate tutte nient mi fa stare bene!! Volevo solo chiederti come mai nn è venuta a crema!!! Deve solidificarsi?????

  • stefy

    Ciao, che dire …la foto parla chiaro …sono 5 anni che la realizzo anzi quasi sei e ogni volta il risultato è stato uguale , forse hai utilizzato poca cera d'api , sinceramente non essendo li con te non saprei come aiutarti , il massimo che posso fare è condividere esattamente il mio percorso con ricette e foto , di cose collaudate da me , per quel che riguarda il vostro operato purtroppo non posso farci molto …ciao

    • Stefy

      Ciao Valentina, ne sono davvero felice! Grazie per averci portato la tua testimonianza è molto importante per chi passa di qui e non conosce queste opportunità di vita. Grazie

  • Benedetta

    Buongiorno Stefy,
    Leggo con piacere i tuoi scritti…
    Mio figlio ha la dermatite atopica solo sulle guance.
    Vorrei sapere se per curarla è sufficiente la crema soltanto di olio evo e cera d’api o devo aggiungere oleoliti specifici per la dermatite.
    Grazie!

    • Stefy

      Ciao, curare è un parolone, io sono solo mamma e non faccio diagnosi e non mi permetto di curare, però puoi risolvere, parzialmente il problema anche solo con olio, meglio però se con l’oleolito dove ci sono anche le innumerevoli proprietà delle erbe utilizzate. La dermatite poi però và capita nel profondo non solo sulla pelle, ma con l’alimentazione e le emozioni, la dermatite come tutte le problematiche sono li per fare capire qualcosa all’interno….ciao

  • francesca

    Ciao ma se io volessi aggiungere l’oleolito di calendula a questa crema quanto ne devo mettere lo sostituisco all’olio? Grazie

  • Arianna

    Ciao!!
    wow!!! la devo assolutamente provare…. solo una domanda…. a me piace tantissimo il miele …. posso sostituirlo all’olio? o non mi verrebbe?

    • Stefy

      Ciao, onestamente il miele è un dolcificante e l’olio è un grasso le due cose non sono sostituibili…

  • Margherita

    Per 80gr.di olio extra vergine mi sembrano pochi 7gr.di cera d’api,io ho aumentato la dose ed né ho messo20gr
    ,grazie,buona serata

    • Stefy

      Ciao, tanto, poco , bello e brutto è del tutto relativo e personale, la cera d’api ha il solo scopo di rendere più o meno dura la “crema” quindi con 7 gr otterrai una “crema” cremosa con 20 una crema del tutto dura, sono scelte personali e opinabili…ciao

  • sara

    Ciao Stefy a breve proverò la tua crema per dermatite atopica… volevo dirti che da anni sono in cura in un ospedale e lì danno una crema fatta da cera d’api e olio di mandorle e la usano sempre fatta da loro ….poi quando sei a casa te ne fanno comprare altre ma questa funziona sul serio. Ti farò sapere se con i tuoi consigli riesco a riprodurla

    • Stefy

      Ciao bellissimo che anche in un ospedale pratichino queste cose, raro e bellissimo!! Fammi sapere !

  • luisa

    Ciao stefy ho un problema di alopecia su un Bambino di 8 anni. Hai qualche rimedio? Grazie in anticipo.